HOME

Nella civiltà del rumore e del caos troppo spesso pensiamo al silenzio solo come negazione del frastuono e della confusione. Ma il silenzio può anche significare pace, tranquillità, ascolto.

Al Festival del Silenzio siete invitati a vedere e ascoltare diverse forme artistiche e performative e potrete capirle e apprezzarle senza l’aiuto della lingua parlata o segnata, solo siate disponibili ad aprire la vostra mente e il vostro sguardo ad un’esperienza nuova.Potrete conoscere il lavoro di artisti di origini e culture differenti, tra cui anche nativi segnanti, che utilizzano cioè la Lingua dei Segni come lingua madre, e scoprire così la cultura di cui questa lingua, come ogni altra lingua, è portatrice.